I 20 ANNI DEI MURI DI LEGRO, PER 100 ANNI DI CINEMA E TV


Cambio di nome e di programmi per la Pro loco Legro: da giovedì 24 agosto, la vecchia associazione si è trasformata in Pro Loco Accademia delle Arti e del Muro dipinto. La trasformazione trova una sua logica nella prossima ricorrenza dei venti anni di nascita della fortunata idea: quella di legare  all'immagine di tutti i film girati  tra Novara, Vercelli e Il VCO, un muro delle case di Legro.
E così, le produzioni realizzate negli ultimi 100 anni sono finite ...al muro. Ma non tutte, perché molto lavoro c'è ancora da sviluppare.
Il compleanno di "Muri d'autore" che mosse i primi passi grazie al sostegno della Regione Piemonte e di un importante Istituto di Credito è stato siglato con la firma del nuovo statuto dell'associazione aderente all' Unpli. Nei prossimi giorni sarà nominato direttore artistico Dietrick Bickler, autore del tanto discusso dipinto osé che ritrae Matilde Berlusconi (Ornella Muti) nel film La Stanza del vescovo, di Dino Risi, tratto dal romanzo omonimo di Piero Chiara. Danneggiato dai vandali, sembra che il murales troverà una nuova vita grazie ad un procedimento innovativo inventato da due giovani imprenditori di Pettenasco.
Intanto, ai 48 murales che raccontano la storia del cinema e dalla tv prodotta nelle province di NO-VC-VB negli ultimi 100 anni saranno dedicati due giorni sabato 23 e domenica 24 settembre con alcune interessanti iniziative. Nel frattempo, l’Accademia delle Arti lancia un invito agli artisti di tutta Italia ( e non solo) perché partecipino alle selezioni delle nuove opere che entro il 2018 andranno ad aggiungersi ai 48 muri dipinti. Tema fisso, naturalmente, è sempre quello del cinema o della TV che hanno scelto come location principalmente l’area del Distretto dei Laghi. 

Commenti